Orgoglio e Pregiudizio. Napoli.

paroleacapo

“Perché portare a teatro “Orgoglio e pregiudizio” di Jane Austen? Si interroga Arturo Cirillo.
Perché penso che sia una scrittrice con un dono folgorante per i dialoghi.
Perché sono affascinato dall’ottocento, e dal rapporto fra i grandi romanzi di quell’epoca e la scena. Infatti provai un raro piacere, svariati anni fa, ad affrontare uno strano testo di Annibale Ruccello (strano perché al confine tra il musical e la commedia, tra la parodia e la ri-scrittura) ispirato a “Washington Square” di Henry James. Perché l’ironia di questa scrittrice, il suo sguardo acuto ma anche distaccato sui suoi personaggi l’amo molto. Perché il mondo della Austen dove apparentemente non accade mai nulla di eclatante, abitato per la maggior parte da creature che stanno abbandonando la fanciullezza per diventare ragazze da marito o giovani scapoli da sposare, mi affascina; con tutto il pudore, i turbamenti, le insicurezze, e anche l’orgoglio e i pregiudizi…

View original post 251 more words

Cindy Press

La Page @Mélie

Desktop

Cindy Press est une artiste plasticienne qui vit et travaille à New-York. Elle est née et a grandi à Philadelphie, où elle a obtenu un baccalauréat en illustration de mode du Moore Collège of Art And Design..

Desktop.jpg

Cindy a eu une carrière réussie en tant que créatrice de mode. Elle a travaillé avec des artistes tels que Peter Max (un peintre emblématique des années 60 et 70).

Desktop.jpg

Desktop

La plupart de ses peintures représentent des portraits et des figures de femmes. Elles sont simplement frappantes et belles.

Desktop

Son travail a été exposé dans le monde entier et fait partie de collections privées aux quatre coins du monde, notamment dans les grandes villes de New York, Los Angeles, Miami, Londres, Sydney, Dubaï et Hong Kong. Parmi ses clients figurent Bloomingdales, le Four Season’s Hotel, le Thompson Hotel Group et AIDA Cruise Line.

Desktop

Desktop

View original post

Un trovatore templare

Storia Militare Medievale

Questo amaro sirventese del cavaliere templare Ricaut de Bonomel fu composto in Palestina e risale alla cattura del sultano mamelucco Baibars della fortezza ospedaliera di Arsuf il 29 aprile 1265 e prima della seconda crociata di Luigi IX del 1269-1270. Al di là dell’afflato lirico con il quale il poeta templare lamenta la drammatica situazione degli stati cristiani in Terra Santa, minacciati dall’avanzata dei Mamelucchi, sono da notare alcuni interessanti spunti storici.

  1. Il trovatore si riferisce polemicamente al conflitto tra Guelfi e Ghibellini, e in particolare la facoltà concessa da Clemente IV nel maggio 1264 al suo legato Simone di Brie per commutare i voti crociati di tutti quelli nel regno di Francia e altrove, a condizione che invece partecipino nella campagna siciliana di Carlo d’Angiò contro Manfredi: una fonte di particolare rancore per gli ordini militari assediati.
  2. L’uso del termine “Bafomet”, che nelle risultanze dei processi…

View original post 388 more words

Don Chisciotte nelle Marche.

paroleacapo

Torna nelle Marche uno degli spettacoli più amati e di successo della scorsa stagione, Don Chisciotte nell’adattamento di Francesco Niccolini, liberamente ispirato al romanzo di Miguel de Cervantes Saavedra, con Alessio Boni, artista amatissimo dal grande pubblico nel ruolo del titolo, e Serra Yilmaz, musa cinematografica di Ozpetek eccezionale nel ruolo di Sancho Panza affiancati da Marcello Prayer che firma insieme a Alessio Boni e Roberto Aldorasi la regia.

Le occasioni per scoprire tutta la magia di questo allestimento prodotto da Nuovo Teatro con Fondazione Teatro della Toscana sono – nei cartelloni promossi da AMAT con i rispettivi Comuni3 e 4 dicembre 2019 al Teatro dell’Aquila di Fermo, il 5 dicembre 2019 al Teatro Gentile di Fabrianodal 20 al 22 dicembre 2019 al Teatro della Fortuna di Fano nell’ambito di FANOTEATRO stagione della Fondazione Teatro della Fortuna.

 

Il dissolvimento dell’antico mondo e…

View original post 370 more words

Le altre vittime dei femminicidi, gli orfani speciali

LA LENTE DI UNA CRONISTA

Oltre cento donne uccise nei primi undici mesi del 2018, una ogni 72 ore. Numeri che raccontano soprattutto storie di donne uccise per mano del partner, spesso tra le pareti di casa. Donne che nell’63,7%  dei casi (Fonte: Istat) sono madri, il più delle volte di bambini e bambine molto piccoli o comunque minorenni.

Bambini e ragazzi testimoni dei maltrattamenti subiti dalla madre ad opera del padre, e vittime di violenza assistita. Una condizione drammatica che in molti casi sfocia nel trauma della perdita della madre, uccisa dal padre, e del padre stesso o perché suicida o perché arrestato dopo l’omicidio. Sono loro le vittime sconosciute dei femminicidi, orfani sopravvissuti ad una doppia perdita che in Italia si stima siano almeno 1600.

View original post 1,034 more words

La Gioia. Teatro Muse Ancona.

paroleacapo

Uno spettacolo sul sentimento più bello e misterioso, frutto di una circostanza unica e di un viaggio attraverso i sentimenti più estremi come l’angoscia, il dolore, la felicità, l’entusiasmo. Un vortice di suoni, immagini, movimenti, balli si fondono con la magia del circo, i colori dei clown e la malinconia del tango, in una girandola caleidoscopica di maschere, storie personali, stati d’animo, lungo il viaggio sempre unico di un racconto semplice ed essenziale.

Questa creazione di Pippo Delbono diventa un cammino verso la “gioia” che prosegue con il suo straordinario gruppo di attori/performer, ancor più dopo il vuoto lasciato dalla scomparsa di Bobò, fedele compagno di scena a partire dal loro incontro avvenuto nel 1995 nel manicomio di Aversa. Protagonista di molti spettacoli, icona poetica e anima del teatro di Delbono, Bobò continuerà ad essere una presenza-assenza dentro e fuori la scena in questo nuovo viaggio verso “l’inno alla gioia”…

View original post 372 more words

Artecinema. Napoli.

paroleacapo

La 24ª edizione di Artecinema, Festival Internazionale di Film sull’Arte Contemporanea, a cura di Laura Trisorio, sarà inaugurata mercoledì 9 ottobre 2019, alle ore 18.00, presso il Teatro San Carlo e proseguirà nei giorni 10-11-12-13 ottobre 2019 presso il Teatro Augusteo di Napoli, dalle ore 16 alle 24 con ingresso gratuito.
Attraverso la proiezione di 30 documentari sui maggiori artisti, architetti e fotografi della scena internazionale, sarà offerta al pubblico una preziosa occasione per comprendere la poetica degli artisti, per vederli al lavoro nei loro atelier e per mostrare l’evoluzione dei linguaggi dell’arte contemporanea. La serata inaugurale al Teatro San Carlo sarà dedicata alle proiezioni in anteprima italiana del film Ai Weiwei: Yours Trulydel primo film realizzato sulla vita di Cy Twombly, sarà inoltre proiettato in anteprima mondiale il più completo documentario su Carlo Alfano. Sono in programma, tra gli altri, documentari sugli artisti 

View original post 233 more words