Anche se le foto sono in bianco e nero la musica è a colori

germogliare

Oleksandr Hnatenko Oleksandr Hnatenko

Non ricordo d’essere stata mai così bene, lucida e serena nell’eguale commistione. Ciò che accade è fuori da me, anche quelle situazioni che riguardano la mia salute, i miei figli, gli affetti più cari e i dolori del mondo. Tutto. Tutti. Oggi no. Me ne occupo ma con il dovuto distacco. Anche l’emozione e la lacrima di commozione se pur spontanee, ho imparato a controllarle. La ricetta? Non nascondo segreti, unicamente “esercizio” al superamento del dolore, alla voglia di sopra_v_vivere. Perché? Permettere a me stessa e a chi mi è vicino di prendere una boccata di ossigeno, quella sensazione di sentirsi come con un dito dal toccare il cielo.

Frida Kahlo Frida Kahlo

Così è. Oggi. Quelle mancanze, cosiddetti “Bidoni vuoti” li chiamava la mia psicologa, come per magia si sono riempiti da soli, con una sostanza differente dal contenuto originario, diciamo, per semplificare il concetto, che il nuovo è…

View original post 189 more words

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s